NOTTE VERDE 2019: tutto il programma

notte-verde-fronte1.jpg

Notte Verde – agriculture, utopie, comunità 8° edizione

28-31 Agosto, Castiglione d’Otranto (LE)

Il guaio del nostro tempo è che il futuro non è più quello di una volta” (copyright Paul Valéry). Ora lo sappiamo bene: siamo già dentro il disastro provocato dal riscaldamento globale. Far finta di nulla non è più possibile. Ecco perché la Notte Verde ha deciso di dedicare l’intera nuova edizione al tema dei cambiamenti climatici.

Tutto si tiene insieme. Ce lo ha ricordato l’ultimo rapporto “Cambiamento climatico e territorio” del comitato scientifico dell’Onu sul clima, l’Ipcc, diffuso agli inizi del mese: se si persevera in questo andazzo, aumenteranno siccità e fame. A farne le spese, ancora una volta, saranno gli ultimi, le popolazioni più povere di Africa e Asia, sempre più esposte a guerre, nuova colonizzazione e migrazioni. Anche il Mediterraneo rischia grosso.

Tema complesso, che non può essere solo appannaggio di esperti: deve pervadere la società, essere in grado di modificare le nostre abitudini quotidiane, elevare il livello di pressione dei cittadini sulla politica. Deve cambiare il paradigma, specie quello energetico, passando da un’economia dei fossili accentrata nelle mani di pochi colossi a un sistema di poteri diffusi nelle comunità. “Un decentramento che finirebbe per investire tutti gli altri settori portanti dell’economia: agricoltura, alimentazione, mobilità, costruzioni, gestione delle risorse, assetto del territorio”. È la “conversione ecologica” possibile e necessaria, spiegata dall’economista Guido Viale, ospite d’onore del nostro 31 agosto.

Per dare sostanza alle parole, la Notte Verde, presieduta da Michele Carducci (docente di Diritto climatico presso UniSalento), ha mobilitato decine di realtà. C’è, infatti, anche l’altra faccia della luna, laboriosa e militante: serve darle luce, farle spazio. A Castiglione d’Otranto lo trova: anche da un borgo di periferia si può riuscire a parlare al mondo. La caratura internazionale di ospiti e programma di questa ottava edizione lo promette.

C’è bisogno di scelte radicali. E c’è anche bisogno di avere cura: per questa ragione, da quest’anno la festa diventa accessibile ai portatori di altre abilità e alle mamme. Perché nessuno resti indietro.

La Notte Verde è a cura di Casa delle Agriculture Tullia e Gino, con il patrocinio del Comune di Andrano e in collaborazione con Salento Km0, Parco Regionale Otranto-S. Maria di Leuca, Free Home University, Cospe Onlus, Gus, Istituto Oikos Onlus.

È un evento Ecofesta.

È una festa accessibile ai portatori di altre abilità e alle neomamme e donne incinte: parcheggio riservato; servizi igienici dedicati; stanza nursery e fasciatoio (presso ex scuola elementare); mappe accessibili; interprete lis per sordi (31 agosto, su prenotazione nei preludi); menù braille per ciechi (31 agosto); menù per celiaci (31 agosto); servizio “zero coda” presso i ristoratori; noleggio sedia a rotelle su prenotazione. Per info: 348/5649772

Info: 328/5469804, 348/5649772; ass.casadelleagriculture@gmail.com; fb Casa delle Agriculture Tullia e Gino; instagram Casa delle Agriculture Tullia e Gino; http://www.casadelleagriculture.wordpress.com

ANTEPRIME

22-28 agosto, a Castiglione d’Otranto: laboratorio e murales collettivo con l’artista Babi Badalov (Azerbaijan). Allestimenti nel paese coordinati da Nikolay Oleynikov (Russia) con rifugiati e volontari. A cura di Free Home University (FHU) con il supporto di Regione Puglia (Piil Cultura) e Musagetes.

27 agosto, a Melpignano: Marcia del Seme-La Strada dei Semi, incontro con Jackson Senteu Kanai, agronomo (Kenya); Francesco Minonne (Parco Otranto-Leuca); associazione Albero Maestro; Comune di Melpignano.

PRELUDI: area Trice (via Depressa), 28-30 agosto

Vernissage di apertura: 28 agosto h 17.30, Parco Renata Fonte

Inaugurazione delle nuove opere della collezione comune “Murali Rurali” realizzate da Babi Badalov con partecipanti al FHU Lab e dal duo Environment (Russia/Gambia)

Scuola di Agriculture dalle 18.15/20.15

In collaborazione con il progetto “Costruttori di Futuro” promosso da Istituto Oikos Onlus e Agenzia Italiana di Cooperazione allo Sviluppo (AICS)

Scuola dei beni comuni con Massimo De Angelis, docente di Economia politica e sviluppo presso la University of East London, autore di Omnia Sunt Communia (partecipazione libera, per prenotarsi: 320/2684635)

L’asino che vola, laboratorio interattivo con asini per bambini e per persone con altre abilità, a cura di Patrizia Ponzio, ricercatrice UniTorino e coadiutore dell’asino (partecipazione libera, per prenotarsi: 320/1164361)

Parla come mangi, laboratorio di scrittura rurale curato da Luisa Ruggio, giornalista e scrittrice, con anziani Auser (contributo di 20 euro/tre giorni, per prenotarsi: 348/5649772)

L’Africa insegna: recuperare l’acqua e coltivare in aridocoltura, workshop con Jackson Senteu Kanai, agronomo Masai responsabile agricolo ong Karibuni- Langobaya, Kenya (partecipazione libera, per prenotarsi: 320/1164361)

Principi di agricoltura biodinamica: Macerazione delle erbe (28 agosto); Concimazione naturale col silicio (29 agosto); Il tè di compost (30 agosto) a cura di Carlo Muscatello, perito agrario, esperto di biodinamica (contributo di 10euro/un giorno o 20euro/tre giorni, per prenotarsi: 389/9960096)

Erbe officinali, laboratori didattici: dalle piante alle creme (28 agosto); l’arte della saponificazione naturale (29 agosto); come autoprodursi uno shampoo con l’aiuto delle piante (30 agosto) a cura di Noemi Bottasso, esperta in erboristeria e naturopatia (contributo di 10euro/un giorno o 20euro/tre giorni, per prenotarsi: 335/6487504)

Re/Lax: Lab of recycled wood axis, dalle 10 alle 18, progettazione e realizzazione di sedute per spazi pubblici con riutilizzo di legno di scarto. Promosso da BiEM, progetto architettonico e tutoraggio a cura di Suhd Studio (contributo di 10euro/un giorno o 20euro/tre giorni+tessera Biem, max 20 partecipanti. Per prenotarsi: 338/1152760, 340/6564468)

Trame e intrecci, workshop di Isabella Faggiano (stilista, scenografa e costumista) a cura di FHU Lab, con le signore della locale comunità marocchina e il supporto di Regione Puglia e Musagetes (partecipazione gratuita, si richiede di portare tessuti e pizzi dismessi e oggetti circolari, per prenotarsi: 328/5469804). Performance SheeTale, opera che include storie, colori, sogni, gesti, danza, mescolanza.

28 AGOSTO

h 20.30- Alexander Langer, la terra in prestito: lectio di apertura di Giovanni Damiani, Fondazione Alexander Langer – Bolzano

h 21.15- Azerbaijan, gasdotto e diritti umani: intervista a Babi Badalov, artista e attivista azero, rifugiato politico in Francia

h 21.45- Non c’è un pianeta B: Greta e i giovani per il clima, dialogo con i portavoce di Friday for Future Italia. Coordina Valentina Murrieri (giornalista Lecceprima)

h 22.30- “RRETECATE”, live di Enzo Marenaci e Antonella dell’Anna con Aldo Nichil, Piero Luigi Conte e Tonio Panzera

29 agosto

h 11-13 o 15-17- Escursione in kayak/canoa nel mare di Andrano, a cura di Meridiano Escursioni: La Marina di Andrano ha una  scogliera ricca di grotte, sorgenti, insenature, dove poter fare un rilassante bagno oppure con maschera e pinne praticare snorkeling. Salpando dal porticciolo della Botte ci si dirigerà verso luoghi ricchi di storia e aspetti naturali tutti da scoprire: località Chianca Liscia; Grotta la Botte; Torre Porto di Ripa; Grotta Verde; Marmitte Sorgive. Nelle escursioni, della durata di 2 ore, è sempre presente una guida e non è necessario aver avuto già esperienze simili. Il prezzo comprende: guida; kayak; salvagente; sacca impermeabile. Prenotazioni (entro le 18 del 28 agosto) e info: https://goo.gl/forms/TnasBpF1sB9YhOPY2, 351997 0029; 3466395837; info-prenotazioni@18meridianoescursioni.it

h 20.30- Clima e pace, il ruolo del Mediterraneo: intervista di Danilo Lupo (giornalista La7) a Grammenos Mastrojeni, diplomatico, vicesegretario generale dell’Unione per il Mediterraneo-responsabile per l’azione climatica

h 21.30- Conversione ecologica lungo la rotta adriatica: le buone pratiche del progetto Alleanza per lo sviluppo e la valorizzazione dell’agricoltura familiare nel Nord Albania. Dialogo con Giorgio Menchini, presidente Cospe; Tiziano Quaini, coordinatore Associazione Veneta Produttori Biologici e Biodinamici (AveProBI); Marijan Toma, agricoltore albanese. Modera Virginia Meo, OltreMercatoSalento

h 22.30 MI CORAZON es el que CANTA, viaggio musicale dal Mediterraneo all’America Latina nel live di Gigi Cardigliano ed Marcolino Viva

30 agosto

Salento e Albania: la memoria condivisa”, a cura di It.a.cà. Salento e Cospe

(per info e prenotazioni: 328/5321916) 

h 10 Melpignano: visita guidata al Palazzo Marchesale, ricostruito nel 1632 dal barone Giorgio Castriota Skanderbeg, discendente dell’eroe della resistenza albanese contro l’impero ottomano

h 14 – San Dana: visita al borgo e alla chiesa nel culto del proto-martire albanese omonimo (IV secolo d.c.)

h 15.30 – Gagliano del Capo: visita ai luoghi del feudo assegnato nel 1400 dal Regno di Napoli alla famiglia Skanderbeg; passeggiata lungo il sentiero del Ciolo

h 20.30- Coltivare biodiversità, azione fondamentale per l’adattamento climatico: conversazione con Angelo Giordano, agronomo di ex Terra-Ceglie Messapica

h 21.15- I parchi, cura e presidio dei sistemi paesistici del Meridione: dialogo con Alessandro Mariggiò, direttore delle Riserve Naturali Regionali del Litorale Tarantino Orientale; Raffaele Leobilla, az. Agricola Pietrasanta-Riserva Naturale di Torre Guaceto; Francesco Minonne, Parco regionale costiero Otranto-Leuca. Coordina Giuseppe Martella (giornalista Gazzetta del Mezzogiorno)

h 22.15- Africa, cosa c’entriamo noi? L’agricoltura sostenibile contro i furti di terra, conferenza performativa di Jackson Senteu Kanai, agronomo masai responsabile agricolo ong Karibuni- Langobaya, Kenya. Modera Erica Fiore (giornalista Telerama)

LA GRANDE FESTA   centro storico, 31 agosto

Piazza della Libertà

h 20.30- Saluti istituzionali e dialogo di apertura “Cambiare il sistema, non il clima” con Michele Carducci, presidente onorario Notte Verde 2019, e Guido Viale, economista e saggista

h 23.30 Lectio magistralis di chiusura “Pensare e agire in comune: lotta ai cambiamenti climatici e beni comuni” di Massimo De Angelis, docente di Economia politica e sviluppo presso la University of East London

AREA DIALOGHI 1 

h 21.30 Grani Futuri con Paola Santi-Fondazione Seminare il Futuro (Conegliano, Treviso) e Antonio Pellegrino-Terre di Resilienza (Caselle in Pittari, Cilento)

h 22.20 Gardentopia-Cosmos of Ecologies: i giardini di comunità di Matera 2019 Capitale della Cultura Europea, dialogo con Rossella Tarantino, manager sviluppo e relazioni Fondazione Matera- Basilicata 2019, e Luigi Coppola, artista Gardentopia e attivista Casa delle Agriculture

AREA DIALOGHI 2

h 21.45 Il turismo leggero tra Albania e Salento con Rozeta Gradeci, coordinatrice del progetto “Alleanza per lo sviluppo e la valorizzazione dell’agricoltura familiare nel Nord Albania”; Mimoza Pjetraj, imprenditrice tessile albanese; Antonio Biasco, associazione “Ponti non muri” di Gagliano del Capo. Coordina Luciana Lettere, Festival Itacà Salento

h 22.30 Terra, sfruttamento, riscatto con Rosa Vaglio, Diritti a Sud; Andrea Pignataro, Terzo Millennio; Alessandra Pomarico, Free Home University

AREA DIALOGHI 3

h 21.40 Ridare vita alle marginalità, riflessione sul rapporto centro-margini e illustrazione del progetto “Utilità marginale” con Maria Teresa Pati, presidente Fondazione Div.ergo-Onlus, e Vito Michele Paradiso, ricercatore Disspa Università degli Studi di Bari

h 22.15 “L’asino che cura” nelle altre abilità: presentazione del corso di formazione per interventi assistiti con gli animali. Con Patrizia Ponzio (ricercatrice UniTorino); Augusto Carluccio (preside Facoltà di Medicina Veterinaria UniTeramo); Rete Fattorie sociali. Coordina Valentina Avantaggiato, vicesindaca di Melpignano

AREA DIALOGHI 4

h 21.50 Ricrea, lo scarto come risorsa: progettazione partecipata e riuso sostenibile, l’esempio del Parco Montefusco di Lecce. Con Ass. Lavori Pubblici Comune di Lecce, CNH Industrial, associazione BIEM ed esposizione progetti vincitori del concorso di idee

h 22.30 La canapa come alternativa alla plastica con Rachele Invernizzi, CEO South Hemp Tecno e vicepresidente Federcanapa; Marcello Colao, ingegnere ambientale; Gianluca Carluccio, Vivere la Canapa; Daniele Vitale, canapicoltore

La via dei cereali

Visite esperienziali al Mulino di Comunità; mostra di varietà di spighe, chicchi e farine; laboratorio di panificazione con cereali antichi a cura di Lucia Miceli di Forno Ottocento, Ginosa (TA); l’arte del pane con Ruralia-Parco dei Paduli e Comune di San Cassiano

La corte degli animali

Il Salento degli animali: incontro ravvicinato con asini di Martina Franca, conigli, galline, pecore e capre di razze locali

Strada dei Frutti Minori

Grande mostra pomologica del Parco Costa Otranto- S.Maria Leuca e collezione di antichi meli salentini e alberi di altri frutti minori a cura di Punto Verde Vivai di Roberto De Giorgi

Strada dei coltivatori di cambiamento con Salento Km0

Salvatori di semi, di varietà antiche e delle loro storie: è la rete, coordinata da Salento Km0, dei Coltivatori di Cambiamento

  • Ma il mondo gira nel verso giusto? Dibattito di strada condotto da Officine Cittadine

Corte dei legumi

La corte dei custodi dei legumi: dal pisello nano alla fava di Zollino, dal cece nero al pisello secco di Vitigliano, dalla cicerchia di Otranto al fagiolo bianco e con l’occhio fino alla lenticchia locale. Produzioni “zero chimica” pronte a mettersi in mostra e a farsi piatto tradizionale e gourmet

La terra che cura

Le esperienze di agricoltura sociale, l’integrazione grazie alla terra: mostre, bioconvivio, percorsi sensoriali. Con L’Adelfia, Harka, Swim-Liberi di Nuotare, Coltiva Te Stesso (Centro Diurno – C.S.M. Campi S.na ASL Lecce), Fondazione Div.ergo-Onlus

Biblioteca umana sulla panchina sensoriale, a cura di Coltiva Te Stesso con Franco Arminio (“L’importanza della natura per il benessere emotivo”), Antonio e Lino Rollo (“Olio biologico e benefici derivanti”), Marco Fantuzzi (“Colorare le stoffe con i prodotti della terra”), Chiara Idrusa Scrimieri (“Recupero della memoria locale attraverso lo strumento maieutico del racconto”), Stefano Spagnulo (“Le insidie negli alimenti e nei cosmetici”), Angelo Fersini (“Il mio benessere coltivando l’orto nel progetto Coltiva te stesso”).  

Il cibo al buio

Degustazione sensoriale di cibo a km0 bendati, per sensibilizzare sulla disabilità visiva e riscoprire tutti i sensi, privandosi, per un momento, di quello della vista. È a cura di A.S.Cu.S.-Unione Italiana Ciechi Lecce, squadra di calcio a 5 per non vedenti assoluti. Per prenotarsi: 320/7216765

La via del turismo sostenibile e responsabile

Sostenibilità, accessibilità e responsabilità: l’altro modo di fruire il territorio. Con le realtà della rete Itacà Salento, Cospe, Parco dei Paduli, Info Point Andrano, La Scatola di Latta, Salento Esperienziale, Visioni Rurali

Corte degli intrecci

Tessuti naturali, filature, telai, bachi da seta: trame e intrecci con la stilista Isabella Faggiano e le signore della locale comunità marocchina; laboratori di sartoria degli Sprar Gus; Fondazione Le Costantine e aziende di tessitura salentina. Ospite Mimoza Pjetraj, imprenditrice albanese che ha recuperato e rilanciato la tessitura di cotone, lana e seta nelle aree rurali del Nord Albania

La Via delle erbe

Il mondo delle piante spontanee, officinali e tintorie: erboristeria tradizionale, arte tintoria, ecoprint e arte selvatica

  • Laboratorio di pittura e tintura con colori vegetali, a cura di Marco Fantuzzi, produttore artigianale di pigmenti e colori naturali per l’arte
  • Laboratorio di Ecoprint per il tessile ecosostenibile, a cura di Anna Maria Colaci, modellista esperta in tintura naturale

Via dell’agricoltura naturale

Il recupero di varietà d’eccellenza, la loro coltivazione con metodi rigorosamente naturali: la sfida di decine di agricoltori che popolano questa strada. Ospiti i coltivatori biologici di San Mauro Forte (Mt), sistema paesistico che non ha mai conosciuto la “rivoluzione chimica” in agricoltura

La strada della vita

L’apicoltura, pratica essenziale: api, tecniche e segreti del mestiere; confronto con gli apicoltori; degustazioni di miele; costruzione di arnie e arnesi per apiari. Ospite Melendugno e Borgagne Città del Miele, unica in Puglia

Parco diffuso della Canapa e della Bioedilizia

Laboratorio diffuso dedicato alla canapa nelle sue declinazioni alimentare, tessile, artigianato. Spazio alla bioedilizia con canapa, bambù, scarti e materiali naturali.

Via del ponte generazionale

Degustazioni, racconti, confronti nella staffetta temporale tra le generazioni. Con gli anziani di Auser Andrano-Castiglione, Uggiano La Chiesa e Poggiardo

Strada dell’ecoartigianato

Una selezione delle realtà artigianali di qualità, etiche ed ecologiche del territorio e di altre parti del mondo

I luoghi delle interazioni culinarie

Trattoria Vardaceli, Chiosco Bar SoleLuna, McFlò, Alimentari Ingletto, Punto Market Gam, Pizzeria Pirumafru: presidi del gusto contrassegnati dal logo Notte Verde e in cui trovare piatti preparati con prodotti locali della rete Salento km0

La Restanza nella cucina di Casa delle Agriculture

Restare e resistere: la Restanza a Castiglione porta il nome della coop. Casa delle Agriculture e dell’omonima associazione. Un percorso intenso per un cibo che si fa strumento di salute, cultura, economia nelle degustazioni della relativa cucina collettiva

Performance teatrali

Il cibo dell’anima di Stefania Semeraro nel Mulino di Comunità; Semi nel mondo di Emma Bircaj e Sofia Pepe-Accademia Mediterranea dell’Attore; Inversi di Simone Massafra; Il principe infarinato e Il mal di pancino di Rodolfino, spettacolo di burattini de “Il piccolo teatro del pane”; Kamishibairacconti in valigia: teatro itinerante di immagini e parole e laboratorio di realizzazione di storie illustrate di Stefania Erroi.

Mostre

Madonna del Pane e del Basilico, opera unica del pittore Mimmo Camassa (Cappella della Maddalena); I can’t escape myself-Dammi un motivo per rimanere a cura di LO.FT, Made for Walking e Gus; Attraverso: dentro, in fondo e oltre gli stereotipi sull’immigrazione a cura di Lamantice Mag e Gus; ScioiarinaLa bellezza dell’ordinario, personale di fotografia a cura di Teo Fotografo d’arte; C’era una volta la pizza italiana, a cura di Officine Cittadine; Genti di farina, acqua e sale, dal Chiapas a Castiglione d’Otranto: percorso espositivo relativo all’indagine su giustizia sociale, esperienze di resistenza e processi creativi, a cura di Free Home University e Chto Delat (Russia) con il supporto di Regione Puglia e Musagetes.

Musiche per la terra

Massimo Donno presenta “Viva il Re”; Almoraima; Luigi Botrugno e Frank Bramato; Eleonora Carbone, Tene Me Quia Fuggio; Trio Jeangot;  P40.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...